Questo sito rilascia cookies tecnici per consentirne il funzionamento, oltre a cookies, anche di terza parte, di 'analytics' per fare statistiche sul traffico ed attivare il miglioramento. Cliccando su "Conferma Scelte", acconsenti all’uso dei cookies qui sotto proposti o da te selezionati. Cliccando su "Accetta tutti i cookies" li abiliti tutti. Per saperne di più

Uniti contro la guerra, uniti per la pace!

Uniti contro la guerra, uniti per la Pace!

Tutte le Scuole cittadine ieri, in un collegamento in remoto, hanno lanciato, unanime, il loro grido di speranza e messaggio di Pace, alla presenza del Sindaco e del Vescovo!

Dopo la Pandemia i nostri alunni si sono trovati catapultati in un altro problema immane impossibile da capire…
I dubbi di noi docenti erano tanti:parlarne?in che modo?con chi?
Ma i loro occhi smarriti e le loro acute richieste di capirne di più, ci hanno indotto ad affrontare il tema fino a raggiungere il concetto che TUTTI dobbiamo diventare COSTRUTTORI di PACE!

Grande emozione e grande partecipazione da parte dei nostri piccoli protagonisti che in molte lingue del mondo  e con il linguaggio dei segni hanno cercato di farsi capire e  sentire anche da chi non vuol capire ne’ sentire!

Lacrime agli occhi per tre alunne ucraine che indossando i costumi della loro terra ce l’hanno raccontata e fatta vivere ed hanno gridato il loro inno nazionale nella lingua madre ed in italiano!

“Non è ancora morta la gloria dell'Ucraina, né la sua libertà,
a noi, giovani fratelli, il destino sorriderà ancora.
I nostri nemici scompariranno, come rugiada al sole,
e anche noi, fratelli, regneremo nel nostro Paese libero. Daremo anima e corpo per la nostra libertà…”

In tutte le sezioni della scuola dell’Infanzia ed in tutte le classi della scuola Primaria sono stati attuati Laboratori di Pace tra cartelloni, poesie, slogan, bandierine e materiale digitale.

Anche in questo caso i bambini  hanno mostrato di essere in possesso sempre di parole e gesti migliori.